Modellismo statico automobilistico

il Modellismo automobilistico statico è la forma di modellismo nella quale vengono riprodotti autoveicoli o mezzi di altro genere privi di qualsiasi congegno atto a farli muovere (statici, appunto).

È una delle forme di modellismo più diffuse data la varietà di soggetti collezionabili pressoché senza limiti; è disponibile, per gli appassionati del “fai da te”, una enorme offerta di scatole di montaggio ed accessori fornita dalle varie case produttrici che permettono, di fatto, di realizzare in maniera quasi artigianale qualunque tipo di veicolo si desideri, anche ai massimi livelli di qualità del risultato finale (se si è abbastanza bravi…!).

Le scale, ovvero il rapporto tra le dimensioni reali del veicolo e quelle del modello che lo riproduce più diffuse nel modellismo automobilistico sono:

1:87 – 1:66 – 1:43 – 1:36 – 1:24

1:20 – 1:18 – 1:10 – 1:12 – 1:8

  • una scala pari a 1:43, ad esempio, equivale a dire che ogni centimetro che vediamo nel modello ne rappresenta 43 in quello reale; una macchina che fosse lunga 4,30 metri, perciò, sarebbe, in scala 1:43, riprodotta in un modello di 10 centimetri di lunghezza. Diventa ovvio che un modello in scala 1:8 (che si legge scala uno a otto) deve per forza essere molto più grande di uno in scala 1:87 (un centimetro che rappresenta 87 centimetri del reale).

 

Modelli particolari e personalizzati possono comunque essere realizzati in scale diverse. I materiali di cui sono composti gli automodelli sia montati che in scatola di montaggio sono generalmente la plastica, la resina (in genere epossidica o poliuretanica) e lo Zama, (conosciuto anche come zamac e registrato come marchio ZAMAK) una lega di zinco, alluminio, magnesio e rame.