Emigrare si, ma dove?

Quale città scegliere?

Domanda da un milione di dollari!

Valide alternative alla bellissime ma carissime città inglesi sono le città scozzesi. Ovviamente su tutte spiccano Edimburgo e Glasgow.

Per quanto riguarda la prima (città da cui sto scrivendo in questo momento) posso dire che è una città che mantiene un equilibrio in tutto: il costo della vita non è eccessivo e se riuscite a trovare un lavoro, anche solo part-time, potete senza problemi affittare una camera e vivere tranquillamente la vostra vita. E’ una bellissima città con molta arte e storia ma non son da meno neanche gli svaghi e i divertimenti. E’ piena di giovani universitari complice la presenza di una delle più grandi e importanti università del mondo (ovviamente i corsi di laurea triennali sono gratuiti per i cittadini UE). E’ una città gotica con la presenza di molti parchi presi di mira, dagli indigeni del posto, appena spunta un raggio di sole. Conta 500000 abitanti che d’estate raddoppiano a causa dell’affluenza di turisti provenienti da tutte le parti del mondo.

Per quanto riguarda Glasgow il discorso è differente.

Sto conoscendo parecchie persone che da Glasgow hanno deciso di emigrare alla volta di Edimburgo. Il motivo è semplice: il costo della vita è più alto.

Diciamo che il primo parametro da valutare è proprio quello. Se hai voglia di spiccare è non hai particolari ‘titoli di studio’ che ti possono permettere un lavoro ben remunerato allora è meglio virare su altre mete.

Glasgow è completamente differente dalla capitale scozzese. E’ una città moderna, due o tre volte più grande di Edimburgo e molto più fredda. Infatti la posizione di Edimburgo le garantisce un clima, freddissimo, ma decisamente più vivibile rispetto ad altre città scozzesi. Basti pensare che Edimburgo ha la stessa latitudine di Mosca ma con temperature ben diverse specialmente in inverno.

Anche a Glasgow è presente un grande università, sempre gratuita, che le da nomina di città giovane, infatti è presa di bersaglio da molti giovani studenti.

Patria del calcio scozzese, qui potete trovare gli stadi del Celtic e dei Rangers. Nonostante qui il calcio non sia lo sport nazionale, vi consiglio di andare a vedere un incontro in uno di questi stadi perché vi posso garantire che è molto affascinante.

In sostanza le opportunità di lavoro qui non mancano. Se avete voglia di lavorare e mettervi in gioco non è difficile trovare un occupazione.

Non abbandonate il vostro sogno di andare nella fantastica Londra o provare a trovar fortuna in Australia o negli Stati Uniti, ma tenete in considerazione che qui può essere un buon punto d’inizio per fare esperienza, migliorare il proprio inglese e valutare da qui le vostre prossime mete.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *